Sicurezza sul lavoro, obblighi estesi ai cantieri temporanei o mobili

postato il 30.03.2015  in Sicurezza Europa
Sicurezza sul lavoro, obblighi estesi ai cantieri temporanei o mobili

La Legge Comunitaria 2014 corregge le norme che escludevano i lavori edili o di ingegneria civile di durata inferiore a 10 uomini-giorno. La novità, approvata in Consiglio dei Ministri, intende evitare una procedura di infrazione della normativa italiana che non rispetta le prescrizioni della Direttiva 92/57/CEE.

In base al D.lgs 81/2008, le misure per la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro non si applicano ai lavori relativi a impianti elettrici, reti informatiche, gas, acqua, condizionamento e riscaldamento, nonché ai piccoli lavori la cui durata presunta non è superiore a dieci uomini-giorno, finalizzati alla realizzazione o alla manutenzione delle infrastrutture per servizi, che non espongono i lavoratori a rischi rilevanti, indicati nell'Allegato XI. Al contrario, secondo gli articoli 1 e 2 della Direttiva 92/57/CEE, occorre garantire le misure di sicurezza in qualunque luogo si svolgano lavori edili o di ingegneria edile.


In altre parole, sino ad ora tutti i lavori edili o di ingegneria civile di piccola entità, ovvero di durata inferiore a 10 uomini giorno, erano espressamente esclusi dall’applicazione dalla norma, esonerandoli così da una serie di incombenze maggiormente restrittive nel campo della sicurezza sul lavoro.

Adesso invece, le misure sulla salute e la sicurezza dei lavoratori del D.lgs 81/2008 saranno estese anche ai cantieri temporanei o mobili.

Tags: Legge Comunitaria 2014, approvazione cantieri temporanei, sicurezza cantieri temporanei,

Torna indietro

SCRIVI UN COMMENTO

 
 
 
 Il codice visualizzato fa distinzione tra le lettere maiuscole e quelle minuscole.